Piccolo mondo antico…

Quest’estate le vacanze per me son finite presto, le ho fatte a luglio e solamente una settimana.

 

Ho avuto un mondo di cose da fare, ho scoperto il bricolage, e le decorazioni in genere, non sapevo nemmeno di esserne capace, però ho anche quasi rovinato un tavolino, presa da eccesso di zelo, e di entusiasmo…

 

Quest’estate però sono stata anche un po’ in giro, sono capitata cercando una scorciatoia, in un paesino, immerso tra i campi e le risaie, di quei paesini dove tutto è rimasto come un tempo.

 

Le case, tipo cascine coi loro cortili adibiti ad aie, le stradine di campagna che arrivano fino al centro, l’unica piazzetta, dove ancora oggi si radunano i vecchi, seduti su seggiole sgangherate a guardare il mondo che passa di li ogni tanto.

 

Mentre ero ferma in prossimità di questa piazzetta, do la precedenza ad una donna che arriva in bici, da una di queste stradine, vestito sbracciato a fiori di cotone, cappello di paglia a larghe tese per ripararsi dal sole, ma non dalla canicola che quel giorno era particolarmente pesante.

 

Io la guardo passare e mi ritrova ad invidiarla, non so perchè misteri della psiche, ma chiusa nella mia auto con la musica e l’aria condizionata che di solito mal sopporto, vorrei essere al posto suo.

 

Chi lo sa forse in un’altra vita ero una contadina e mi vedo arrancare in bicicletta, costeggiando da un lato una risaia e dal’altro un campo di mais, dorato, il sole che mi accarezza la spalle, nel cestino davanti un mazzo di fiordalisi e papaveri contornati da qualche spiga di grano, nelle orecchie non un i.pod ma la musica delle cicale, e in lontananza mi aspetta l’ombra di un lussureggiante boschetto.

 

Questa è la mia visione di quel giorno.

 

Si  pensdo proprio di aver fatto parte di quel piccolo mondo antico altrimenti non mi spiegherei la nostalgia che  provo per certi posti ma sopprattutto per certi “tempi”.

 

Le aie, le cascine l’uva di pergola…

 

Mah…

Piccolo mondo antico…ultima modifica: 2009-08-27T18:05:03+00:00da colorataebuffa
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Piccolo mondo antico…

  1. In effetti certi paesini mantengono inalterate le usanze e i modi di fare di un vero e proprio mondo antico.A volte basta allontanarsi appena un po dal nostro mondo super tecnologico per scoprire quei colori e suoni che ci portano quasi un’altra dimensione.
    P.S. data la tua recente scoperta del mondo del bricolage ti consiglio di avvicinarti anche alle varie tecniche del decoupage.
    A presto.

  2. Ciao Cri,
    bentrovata.
    Anch’io ho staccato e non poco…dal mondo virtuale, perchè in quello reale lo stacco non c’è quasi stato, insomma niente vacanze. Ho avuto molto, molto da fare e non tanto per lavoro.Capita anche a me a volte di pensare di essere stata in un luogo, di essere stata qualcun altro…poi credo che in realtà la nostra immaginazione ci aiuti così a capire qualcosa di recondito di noi, le nostre esigenze prioritarie, quelle cui spesso non diamo ascolto.
    Provo a spiegarmi: cosa ti attrae di questo piccolo mondo antico? La tranquillità nonostante la fatica e il sudore, la semplicità e l’immediatezza, la naturalezza, senza complicazioni, la bellezza senza mistificazioni, persino gli odori e i colori.
    Così penso che forse la ricerca dell’essenzialità , della semplicità, della genuinità siano per te forse, stando alla mia teoria, ora in cima alla tua scala valoriale.
    Chissà se ho minimamente colto nel segno!!!
    Cristiana
    PS Sarei davvero entusiasta di una tua partecipazione.

  3. io quest’anno niente ferie…mi sono data ai colori…persino nei capelli ma questa è una conseguenza delle mie maldestrie con il rullo :-))…a volte sono divisa tra la parte cittadina della strega e quella contadina..2 anime che spesso convivono ma ogni tanto si contrano….per il momento è la cittadina che vince..ma ogni tanto crolla e cerca la natura…

    un abbraccio

Lascia un commento